Informazioni per gli autori

La nostra rivista vuole essere il frutto di una ricerca aperta a svariati ambiti disciplinari e a contributi italiani e stranieri.  Al contempo, la sfida è anche quella di pubblicare contributi di alto livello qualitativo che siano fruibili sia da specialisti delle varee aree disciplinari, sia da un pubblico più vasto di non specialisti.

Per questo motivo, accanto all’originalità del contenuto e alla sua rilevanza per il dibattito scientifico accademico, alla coerenza dell’argomentazione e alla necessaria precisione terminologica, gli autori sono invitati ad adottare uno stile comunicativo chiaro e in grado rendere il contributo apprezzabile anche da parte di un pubblico più vasto.

Il contributo proposto non deve essere stato precedentemente pubblicato e non deve essere in fase di valutazione presso altra rivista.

Nel redigere il contributo, i collaboratori sono pregati di non superare la lunghezza complessiva di 40.000 battute (note e spazi inclusi). Articoli più lunghi saranno accolti, a discrezione della Direzione, solo se ritenuti di particolare interesse. I collaboratori sono tenuti a presentare il testo per la stampa redatto in forma definitiva.

I contributi proposti devono essere caricati sulla piattaforma OJS attraverso l’apposita procedura (http://epaper.eurom.it/index.php/leussein/author), nel duplice formato PDF e Word. Unitamente al contributo, deve essere inviato un secondo documento (PDF e Word) contenete l’abstract in italiano e in inglese, cinque parole chiave in italiano e cinque in inglese, una breve nota biografica dell’autore e i recapiti opportuni (indirizzo email, numero di telefono, indirizzo postale per la corrispondenza).

Dal momento che i contributi vengono sottoposti a revisione tramite procedura di double-blind peer review, si prega gli autori di eliminare dal testo dei file inviati, tramite utilizzo di stringhe varie, ogni elemento che possa consentire al revisore l’identificazione dell’autore. Per lo stesso motivo, si ricorda di eliminare gli elementi di identificazione presenti nelle proprietà dei file.

Le bozze per la correzione vengono inviate agli autori una sola volta. Del controllo delle correzioni successive al “si stampi” dell’autore è responsabile la redazione.