Cassandra e il dramma della incomunicabilit

Miriam Sutter

Abstract


Cassandra, la profetessa priva del dono della persuasione, un sublime personaggiotragico. Il suo dramma, quello dellincomunicabilit il dramma dellessere umano di tutti itempi, poichil linguaggio a costituirci come esseri sociali e morali. Linguaggio corporeo,linguaggio dei segni, linguaggio verbale, ciascuno di loro richiede un codice diverso, un diversocanale e contesti specifici nella trasmissione dei messaggi, e cimostra la complessit il grande rischio di fallimento del processo di comunicazione. In questo senso, siamo tuttidelle Cassandre quando esprimiamo i nostri dubbi, verit sogni e desideri.Figlia di Priamo ed Ecuba, i re di Troia, Cassandra e il suo gemello, Eleno, furono dimenticatidai genitori nel tempio di Apollo . Il giorno dopo, Ecuba trovdue serpenti cheleccavano le orecchie e le labbra dei bambini. Alle grida di orrore di Ecuba, i serpenti sirifugiarono in un cespuglio di alloro. Dopo questo episodio, i due bambini ebbero il donodella mantica.Eleno ricevette il dono della mantica induttiva; Cassandra quello della mantica dinamica.In altre parole, il primo prediceva il futuro per mezzo dellinterpretazione del sacrolinguaggio della natura, cioda segni esteriori, quali il canto e il volo dei uccelli, le visceredelle vittime sacrificali, il bagliore del lampo, il tuono etc.; la seconda per ispirazione o perpossessione di Apollo, in stato di estasi e di sacro entusiasmo. In entrambi casi essi manifestavanoil volere divino e perciil loro messaggio aveva lo status di VeritUnaltra versione del mito afferma che un giorno Cassandra si addormentnel tempio,e Apollo le comparve, promettendole di insegnarle larte della profezia in cambio del suoamore. La giovane accettil dono, ma rifiutlui come amante. Allora il dio le chiese soltantoun bacio. Cassandra acconsent ma Apollo, invece di baciare le sue labbra, le sputinbocca. Cosi inizila maledizione di Cassandra: predire e annunciare la veritsenza esserecreduta. La sua sacra mania era considerata pazzia. ...

Full Text

PDF

Refback



Copyright (c)

Copyright Gaia srl - Edizioni Universitarie Romane - p.iva 06984431004 - Privacy - Cookies