Alcuni aspetti del pensiero politico di Cicerone

Michele Coccia

Abstract


Nellesaminare alcuni aspetti del pensiero politico di Cicerone ci varremosoprattutto del testo del De re publica, lopera che Cicerone compose dal 54 al51 a.C. .Come noto, fino al 1819 noi conoscevamo di questo dialogo solo i branitrasmessici dalla tradizione indiretta e i capitoli finali, ospitanti il Somnium Scipionis,giunti fino a noi in un centinaio di codici redatti fra il X e il XII secolo,segno della grande fortuna di questa parte del De re publica, fortuna legata ancheai commenti che Macrobio e Favonio Eulogio le dedicarono nel IV secolo .Nellautunno 1819 Angelo Mai , da poco trasferito alla Biblioteca Vaticanadalla Biblioteca Ambrosiana, scopr e la sua scoperta ispirlOde ad Angelo Maidi Giacomo Leopardi , che il palinsesto Vat. lat. 5757 ospitava sotto i commentariidi S. Agostino ai Salmi 119-140 , scritti circa nel 700, una scrittura del secolo IVche poteva restituire circa un quarto del De re publica di Cicerone . Le cure cheMai dedical testo ciceroniano cosrecuperato gli consentirono di pubblicareleditio princeps dellopera, a Roma (in quarto) e, in ottavo, a Stoccarda e a Tubingasul finire del 1822; una seconda edizione nel 1828, una terza nel 1846.

Full Text

PDF

Refback



Copyright (c)

Copyright Gaia srl - Edizioni Universitarie Romane - p.iva 06984431004 - Privacy - Cookies