La proposta weiliana per il superamento della crisi dell'Occidente

Irene Toppetta

Abstract


Nel contributo sono presi in esame gli scritti stesi da Simone Weil a Londra tra il 1942 e il 1943, i cosiddetti rits de Londre, nei quali la filosofa cerca una risposta efficace alla crisi del suo tempo.

Esaminando questi scritti, si rivela, in tutta la sua profondit la lungimiranza della filosofa, che parla di diverse problematiche ancora irrisolte nella nostra attualit

Simone Weil pensa ad una nuova civiltper la Francia e per lEuropa, e a una nuova Costituzione, basata non sulla nozione di diritto, ma su quella di obbligo. La motivazione sta nel fatto che lobbligo, in quanto dato originario, non necessita della forza per essere rispettato.

Lobbligo richiama al rispetto dovuto a ogni uomo nella sua integritdi anima e corpo. Collocandosi in una prospettiva posta al di sopra di questo mondo, lobbligo si pone al di sopra di qualsiasi condizione. Dunque, il soprannaturale a dare un senso al naturale.

Simone Weil ritiene fondamentale il recupero di unispirazione, legata ai tesori spirituali del passato, in vista di una tensione verso il bene, capace di portare lOccidente fuori da una crisi che era (ed determinata, innanzitutto, dalla perdita di una dimensione spirituale.


Full Text

PDF

Refback



Copyright (c)

Copyright Gaia srl - Edizioni Universitarie Romane - p.iva 06984431004 - Privacy - Cookies