La riforma di un prete pellegrino

STEFANO PEPE

Abstract


Pierre Favre, attraverso la scrittura del suo Memoriale, rilegge le grazie che la volontdi Dio gli ha manifestato lungo la sua vita, disseminando tracce e segni della sua presenza. Nel peregrinare tra le terre dellImpero di Carlo V, Favre realizza la missione che ha ricevuto dal suo compagno Ignazio di Loyola: testimoniare la possibilitdella riforma di vita personale nella pratica degli Esercizi Sprituali, mezzo e fondamento per riformare lintero corpo ecclesiale e sociale, in capite et in membris. Solamente partendo dal rinnovamento interiore e dal progresso spirituale dei singoli e delle istituzioni puauspicarsi il ritorno dellunitecclesiale e politica. Nella lettera al suo confratello Laez, Favre consegna un prezioso testamento metodologico di dialogo ecumenico. Il gesuita savoiardo troveril fine del suo percorso nel riconoscere limprevedibilitdegli eventi di grazia nella pedagogia del vivere quotidiano, luogo di rivelazione della salvezza.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c)

Copyright Gaia srl - Edizioni Universitarie Romane - p.iva 06984431004 - Privacy - Cookies